Systema

21.09.2010

Eurosuole recupera l'energia con l'impianto di trigenerazione

Con l'assorbitore di Systema l'energia termica prodotta in estate è trasformata in energia frigorifera riutilizzabile per i cicli produttivi

Nello sviluppo dei sistemi di produzione dell’energia, le considerazioni di carattere ambientale sono un aspetto che oggi non può più essere trascurato.
La loro importanza aumenterà ulteriormente sempre di più negli anni futuri, come conseguenza di una sempre più rigorosa legislazione per la tutela dell’ambiente e un aumento della sensibilità dell’industria e dei cittadini riguardo a questi problemi.

Per migliorare l’utilizzo delle risorse energetiche nel proprio stabilimento, Eurosuole ha fatto realizzare una centrale di trigenerazione con n° 2 motori endotermici alimentati a gas metano, per la produzione contemporanea d’energia termica, frigorifera ed elettrica.
L’energia termica, che questa azienda produce, è usata per il riscaldamento e per il raffreddamento, così facendo si ottiene un ciclo di TRIGENERAZIONE (produzione contemporaneamente energia elettrica, termica e frigorifera).

L’impianto schematizzato è il seguente:

L'energia viene riutilizzata, per un risparmio energetico reale

L’impianto di trigenerazione realizzato in Eurosuole è dunque in grado di produrre energia elettrica, termica e frigorifera, ottenendo cosi un efficace risparmio rispetto alle singole produzioni d’energia elettrica e calore, secondo i criteri e le modalità stabiliti dall’AUTORITA’ per l’energia elettrica ed il gas.

Sono ridotte le emissioni inquinanti in osservanza del protocollo di Kioto e fatte proprie dal Governo Italiano e della Commissione Europea in fase d’attuazione del “Piano d’azione per la sviluppo e efficienza energetica”, ed il PEAR della Regione Marche, approvato il 6/02/2005, che indica la cogenerazione distribuita e le fonti rinnovabili come le vie per produrre l’energia necessaria a colmare il saldo tra produzione e consumi d’energia elettrica regionali.

Caratteristiche dell'impianto di trigenerazione

L’impianto è costituito da:
- gruppi cogeneratori alimentati a gas naturale di rete, con potenza termica complessiva immessa con il combustibile pari a 3.088 kWt , ( 1.544 kWt + 1.544 kWt);
- potenze nominali elettriche e termiche.

Il modulo di recupero termico consente il recupero di calore dal circuito di raffreddamento del motore e dai fumi di scarico.


Tale recupero termico è essenzialmente costituito da:
1. scambiatore a piastre per il recupero di calore dai circuiti di raffreddamento dall’olio e dal primo stadio intercooler;
2. scambiatore diretto (camicie di raffreddamento monoblocco motore) per il recupero di calore dalle camicie di raffreddamento del motore;
3. scambiatore a tubi di fumo (recuperatore) per il recupero di calore dai gas di scarico del motore.

Con la messa in servizio della nuova centrale di trigenerazione (costituita da N°2 gruppi a produzione combinata di energia elettrica e termica con motore cogenerativo a gas naturale) si potrà erogare una potenza massima pari a:
- potenza elettrica di 1.202 kWe ai morsetti alternatore;
- potenza termica di 1.466 kWt (di cui 230 kWt destinati al freddo).
Lo schema che segue (fig.4)r appresenta schematicamente il sistema trigenerativo di cui dispone l’Eurosuole dal mese di Settembre 2009:

UTENZE ASSERVITE
La centrale di trigenerazione recupera energia termica per il riscaldamento di:

a) acqua calda destinata al sistema di assorbimento per la produzione di energia frigorifera (95° C);
b) acqua calda per impianti industriali (77° C);
c) olio diatermico circuito HT (220°) per reparto stampaggio gomma;
d) olio diatermico circuito LT ( 85°C) per riscaldamento impianto formulazione PU.

Il calore residuo, prodotto dal sistema cogenerativa è abbinato un assorbitore a bromuro di litio a singolo effetto SYBDH20 con potenza frigorifera di 200 kW,questo permette una produzione d’energia frigorifera pari a circa il 6%

L’energia frigorifera prodotta è usata per il raffreddamento nel ciclo produttivo.

Per quanto riguarda la produzione di biossido di carbonio (CO2), con il sistema trigenerativo adottato, si ottiene una riduzione di circa il 48% (1691 tCO2/a, tonnellate CO2 annue) e una riduzione del consumo energetico (gas naturale) di circa 765 tep (tonnellate equivalenti di petrolio), rispetto alle produzioni energetiche (termica, elettrica, frigorifera) con vettori separati (caldaie, gruppi elettrogeni, gruppi frigo).
Il nuovo impianto riduce inoltre il prelievo elettrico dalla rete nazionale di oltre 6.200.000 Kwh l’anno, rispettando pienamente la normativa sulle emissioni in atmosfera.

Fonte Articolo Eurosuole

Soluzioni personalizzate

Soluzioni personalizzate per la tua azienda e la tua abitazione.

Richiedi preventivo

In molti si sono già affidati a noi

In questa sezione potete trovare alcune delle referenze di Systema

© 2017 Systema S.p.A. nastri radianti, radiatori a gas, assorbitori a gas, tubi radianti | Mappa del sito | Privacy & Cookie Policy

C.F. e P.Iva 02036480289 | R.E.A. di Padova n. 199339 | Capitale Sociale € 1.500.000,00 i.v. | web marketing by bizen